Nuovo hub in Sicilia per Meditrans

Meditrans non si ferma, continua a crescere, ad investire e ad espandersi.

In un periodo caratterizzato da grandi difficoltà economiche, la nostra azienda guarda al futuro, continua ad ampliarsi e a sviluppare i propri servizi.

Una Meditrans sempre più grande e flessibile

La flessibilità costituisce sicuramente uno dei nostri punti di forza, la quale è garantita dalle nostre piattaforme logistiche e dai 170 punti di distribuzione presenti in tutta Italia: entrambi in costante aumento.

Dopo la recente istituzione delle piattaforme di Firenze e di Napoli, abbiamo indirizzato la nostra attenzione ancora più a sud, attivando un nuovo hub a Catania.

Hub di Catania: i vantaggi per le aziende partner

La piattaforma logistica di Catania, l’ottava sull’intero territorio italiano e la prima nella regione Sicilia, ci consentirà di potenziare i trasporti ed i servizi logistici da e per le isole italiane, a partire dalle maggiori: Sicilia e Sardegna.

L’attivazione di un nuovo hub a Catania permetterà di sviluppare i servizi dedicati alla distribuzione locale specializzata, come anche di ottimizzare i tempi ed i costi delle spedizioni sia a livello nazionale che a livello regionale.

Attivazione di un hub a Catania: una scelta strategica

La scelta di Catania, scede della sua nuova piattaforma logistica di Meditrans, non è stata casuale.

Catania, infatti, è collocata sul versante orientale della regione, quello più vicino alla penisola italiana. Questa posizione strategica consentirà a Meditrans si ottimizzare le spedizioni e di ottenere un utile punto di approdo per le merci, le quali partiranno da lì verso il resto dell’isola.

La città ha attirato l’attenzione di Meditrans anche per il suo particolare tessuto economico-sociale. Catania, infatti, insieme a Palermo, risulta essere uno dei contesti economicamente più dinamici e maggiormente industrializzati della Sicilia.

Secondo un’indagine Istat, nella provincia di Catania sono attivi ben quattro distretti industriali, tre dei quali specializzati nei settori dell’agroalimentare e della meccanica. Il quarto distretto, la cosiddetta Etna Valley, costituisce un polo d’eccellenza per la produzione elettronica.

Add Your Comment